Guide

Gli Integratori Alimentari Fanno Male?

Gli integratori alimentari fanno male
0

Largamente utilizzati da chi pratica attività fisica, da chi ha bisogno di introdurre sostanze nell’organismo per carenze alimentati e per altre esigenze, gli integratori sono un argomento costante di dibattito. Vediamo di capire meglio se gli integratori alimentari fanno male e come assumerli per evitare effetti indesiderati.

Introduzione

L’argomento integratori continua ad essere di grande attualità e in una società in cui ognuno esprime liberamente il proprio parere è facile che sorge il dubbio: gli integratori alimentari fanno male oppure è solo la cattiva pubblicità di chi vuole portare le persone fuori strada e farle confondere?

Per scrollare di dosso ogni dubbio se gli integratori alimentari facciano male è bene fare un po’ di chiarezza e spiegare nel dettaglio una serie di aspetti che consentono di farsi un’idea precisa su questi prodotti.

Per cominciare, è bene sottolineare che la nutrizione moderna non ci dà la quantità di micronutrienti necessari per vivere bene e in salute e quelli forniti sono da considerare appena sufficienti ma non bastano per essere ritenuti ottimali.

Inoltre, non ingeriamo nell’alimentazione quotidiana le giuste dosi di nutrienti che dovrebbero essere necessari al fabbisogno giornaliero del nostro organismo, quindi gradualmente si verifica una carenza di micronutrienti dovuta alla vita frenetica che conduciamo.

Articolo consigliato: I Migliori Integratori Alimentari Per Anziani

Infine, inserire gli integratori alimentari nell’alimentazione contribuisce a gestire meglio alcune situazioni di patologie croniche.

Vale la pena ricordare che gli integratori non si sostituiscono ad altre terapie ma sicuramente riducono determinati effetti collaterali e aiutano a curare la patologia.

Come assumere gli integratori

fanno male gli integratoriGli integratori vanno assunti quando ce n’è bisogno e in caso contrario non fanno altro che caricare l’organismo di alcuni composti.

Poiché questi prodotti non sostituiscono i fattori protettivi contenuti negli alimenti devono essere utilizzati solo in casi specifici e opportuni, che denunciano carenza di nutrienti come vitamine, Sali minerali e altre sostanze necessarie al buon funzionamento dell’quando le condizioni di salute o opportune analisi indicano una carenza di vitamine, di sali minerali o di altri nutrienti.

Importanti per l’organismo e da assumere sotto forma di integratori sono quindi: vitamine e minerali, acido folico, prima e durante la gravidanza, ferro in caso di anemia, vitamine del gruppo B, in caso di iperomocistinemia, acidi grassi omega 3 e omega 6 per contrastare l’infiammazione, probiotici e prebiotici per migliorare lo stato di salute del colon.

Spesso è necessario anche assumere vitamina A per la salute della pelle e della vista, vitamina B12 ottima come ricostituente, vitamina C per le ossa i denti e i capillari e vitamina E per stimolare e rafforzare il sistema immunitario.

In questi casi esistono integratori vitaminici sia a base naturale che a base sintetica che equilibrano l’apporto di vitamine necessario. In diversi momenti della vita può capitare di avere bisogno di assumere vitamine e gli integratori sono un valido aiuto per introdurre, accompagnati sempre da una alimentazione equilibrata, tutto ciò che serve all’organismo.

Lettura Consigliata: Integratori Alimentari per Bambini

integratori vitaminiciAffermare che gli integratori alimentari fanno male è dunque errato, perché tutto dipende dalla loro assunzione e dal rispetto delle indicazioni fornite per la somministrazione. Se ad esempio, come ne caso degli integratori vitaminici, si introduce troppa vitamina E possono essere messe a rischio le scorte di vitamina A, mentre troppa vitamina C provoca una diminuzione delle quantità di vitamina B12.

Anche troppo potassio può ridurre l’assorbimento della vitamina B12 e se assunto insieme al calcio aumenta il rischio di irregolarità del battito cardiaco.

In commercio esistono comunque degli integratori multivitaminici con formulazioni studiate per evitare controindicazioni e fornire il giusto apporto di tutte le vitamine necessarie.

Proteine in polvere fanno male oppure no?

Anche sulle proteine in polvere sono tante le domande che si pongono i consumatori e per saperne di più se questi integratori alimentari fanno male ecco di seguito alcune delucidazioni che chiariscono ogni dubbio.

Le proteine in polvere sono presenti in commercio in diverse formulazioni e differiscono a seconda da dove provengono.

proteine in polvere controindicazioniInfatti, ci sono quelle ottenute dal siero del latte, dalla caseina, dalla soia o dall’uovo e sono dei veri e propri integratori alimentari solitamente assunti da coloro che desiderano una buona concentrazione della massa magra e fanno una dieta specifica o praticano una regolare attività fisica.

Ricche di aminoacidi che il corpo non riesce a produrre da solo, le proteine in polvere sono necessarie per costruire i muscoli e aumentare la massa muscolare ma al tempo stesso permettono di dimagrire.

In pratica, chi desidera aumentare la costituzione muscolare deve aumentare l’assunzione di proteine in modo da consentire all’organismo di disporre di una maggiore materia prima per costruire i muscoli.

Le proteine in polvere servono proprio a questo e rappresentano un’ottima integrazione di fonti proteiche valide molto più di quelle che si possono assumere attraverso gli alimenti proteici come le uova, il pesce o la carne e altri alimenti.

La differenza sostanziale sta nel fatto che i cibi contengono anche grassi e carboidrati e quindi introducono nel corpo una maggiore quantità di calorie, mentre con le proteine in polvere si assumono le proteine senza grassi.

Le proteine in polvere vanno assunte sciogliendo la quantità desiderata nel latte o nell’acqua, ma in commercio esistono formulazioni in barrette proteiche che possono sostituire perfettamente un pasto. E’ sempre raccomandata l’integrazione con un’alimentazione sana ed equilibrata.

Proteine in polvere controindicazioni

L’assunzione di proteine in polvere può presentare a volte delle controindicazioni, come qualche piccola allergia a qualche componente, comparsa di brufoli o rossori, ma anche meteorismo e gonfiore allo stomaco.

Questo non vuol dire che le proteine in polvere fanno male, certamente devono essere utilizzate con criterio e in base alle esigenze, ma non bisogna mai esagerare con il dosaggio perché si potrebbero, come già detto, verificare degli effetti indesiderati. I disturbi gastrointestinali rientrano tra questi: il sovradosaggio, infatti, può determinare episodi di diarrea, disturbi ai reni e potrebbero anche formare calcoli renali.

Naturalmente specifichiamo che questi casi possono verificarsi quando si fa un uso improprio del prodotto, ma se utilizzate con cautela e seguendo le dosi consigliate, e ovviamente inserite in un’alimentazione bilanciata le proteine in polvere non fanno male.

 

You may also like
A cosa servono gli integratori alimentari
A Cosa Servono Gli Integratori Alimentari?

Lascia il tuo commento

Il tuo commento*

Nome*
Il tuo sito